Planimetria Catastale

10,00

La planimetria catastale è la rappresentazione grafica di un’unita’ immobiliare censita al catasto fabbricati, solitamente in scala 1:100 o 1:200, che rappresenta, in conformità alle regole catastali:

– Contorni e confini
– Suddivisione interna dei vani
– Destinazione d’uso dei vani
– Altezza dei locali
– Riferimento di piano
– Eventuali corti e pertinenze esclusive

COD: 002 Categoria:

Descrizione

La planimetria catastale è la rappresentazione grafica di un’unita’ immobiliare censita al catasto fabbricati, solitamente in scala 1:100 o 1:200, che rappresenta, in conformità alle regole catastali:

– Contorni e confini
– Suddivisione interna dei vani
– Destinazione d’uso dei vani
– Altezza dei locali
– Riferimento di piano
– Eventuali corti e pertinenze esclusive

Molte volte capita che si faccia confusione nel pensare che la Planimetria rasterizzata sia altro documento rispetto a quanto depositato in banca dati.
In realtà si tratta della medesima planimetria, ma che è stata acquisita digitalmente da cartaceo per essere disponibile nell’archivio telematico.
Tale documento permette inoltre di conoscere la relativa conformità e la corrispondenza tra lo stato di fatto e quanto rappresentato in pianta negli archivi del catasto.

Tale informazione circa la conformità è essenziale ed obbligatoria per la stipula di atti notarili sin dal 01/07/2010, grazie al Decreto Legge N° 78 del 2010, dove gli intestatari dichiarano che la planimetria attualmente in atti e depositata al catasto è pienamente conforme allo stato dei luoghi.

Le planimetrie catastali sono indispensabili quindi in molti casi, come per esempio:

– Per la redazione di atti notarili
– Per il calcolo e controllo delle superfici riportate in visura
– Per il controllo della corrispondenza catastale con lo stato di fatto
– Per conoscere quanto risulta in atti catastalmente.

N.B. IMPORTANTE!!! Ricorda di inserire il codice fiscale del proprietario o luogo e data di nascita nelle note